Attenzione al sale… vietato esagerare!

Secondo l’Istituto Superiore di Sanità consumiamo in media quasi il doppio rispetto ai 5 grammi quotidiani di sale consigliati dall’Oms. Con tutti i rischi che comporta un’eccessiva assunzione di questa sostanza: dalla ritenzione idrica a problemi ai reni, fino a patologie cardiovascolari e osteoporosi.

Attenersi ai parametri raccomandati dagli esperti è quindi fondamentale per il nostro benessere: oltre alle aggiunte per insaporire i cibi, va considerato il sodio contenuto negli alimenti industriali, anche in quelli più insospettabili (non solo salumi, salse, snack salati ma anche pane, cereali e prodotti da forno “dolci”).

Ecco allora alcune preziose dritte per non esagerare:

leggere bene le etichette dei prodotti che acquistiamo, optando per quelli con il minor contenuto di cloruro di sodio (attenzione a termini come bicarbonato di sodio, fosfato o glutammato monosodico, che indicano un’ulteriore aggiunta)

– abituarsi gradualmente a sostituire il sale con le spezie (che apportano tra l’altro sostanze benefiche per l’organismo): qualche consiglio? La paprika è ideale per i primi piatti, il curry è perfetto sulle uova, finocchio e aneto ottimi sul pesce, maggiorana sulla carne

– per dare più gusto alle verdure crude, ottimi succo di limone o yogurt, per quelle cotte aglio e scalogno

– prima di dormire, prepariamoci una tisana a base di erbe detox come betulla, equiseto o ortica (ideali per favorire la diuresi e quindi l’eliminazione del sodio)

– come spuntino scegliamo spesso la banana, preziosa per le proprietà di regolazione di sodio e potassio nell’organismo