Colazione? Sì, grazie!

 

Un appuntamento irrinunciabile che dà il via alla giornata: così dovrebbe essere considerata la prima colazione, che secondo le linee guida deve rappresentare il 15-25% del fabbisogno quotidiano medio di energia (tra le 300 e le 500 calorie).

Dopo il digiuno notturno è fondamentale infatti ripristinare le riserve di glucosio per mantenere in equilibrio i meccanismi endocrini, metabolici e cardiovascolari del nostro organismo.

Ecco i benefici di una colazione sana e completa per 4 categorie “speciali”:

bambini: fornisce carica fisica e mentale per affrontare al meglio la scuola
– future mamme: soddisfa il particolare fabbisogno nutrizionale
– anziani: protegge la salute delle ossa e tutela massa e forza muscolare, grazie a proteine e calcio
– sportivi: garantisce le giuste energie per l’attività (sia che venga svolta al mattino che nel pomeriggio)

Ma una corretta prima colazione… fa bene a tutti! Ricordiamo il perché:

innesca lo schema nutrizionale della giornata col rifornimento di carboidrati, proteine, vitamine, calcio, fibre
– tiene a bada il senso di fame, riducendo il rischio di sovrappeso e obesità
– tiene sotto controllo i livelli di pressione, colesterolo e glicemia
– stimola le facoltà cognitive
– è positiva per l’umore, soprattutto se è all’insegna del “dolce”: questo sapore favorisce la produzione di serotonina che ha noti effetti antistress!

E per l’appunto… meglio dolce o salata? Assecondiamo i nostri gusti: l’importante è che sia varia, con cereali integrali, frutta fresca e secca, yogurt o latte (anche vegetali). Per assicurarci un buon apporto di liquidi via libera a spremute, frullati, centrifugati, the o caffè senza zucchero.