A tutta frutta & verdura per proteggersi dai virus…

Secondo gli ultimi studi, gli italiani mangiano meno frutta e verdura di quanto ne servirebbe per proteggersi dai virus: le linee guida più aggiornate raccomandano 2 porzioni di verdura (circa 400 g) e 3 di frutta (circa 450 g) al giorno.

Soprattutto nel periodo del picco influenzale, un valido aiuto per il sistema immunitario può arrivare infatti dal nostro stile nutrizionale: ci sono cibi che contribuiscono a rinforzare le difese o, se ci ammaliamo, a favorire un più rapido recupero.

La vitamina C resta la migliore arma di difesa, insieme alle altre vitamine e agli antiossidanti presenti in frutta e verdura e ai fermenti lattici di yogurt, kefir, latte fermentato.

Ricordiamo i cibi su cui puntare per potenziare le nostre difese:

– frutta: tra quella di stagione, ottimi kiwi, papaya e agrumi
– verdura: le più ricche in vitamine sono broccoli, cavolini di Bruxelles, spinaci, carote, pomodori (meglio consumare gli ortaggi crudi o cotti al vapore)

È importante anche un buon apporto di liquidi, per favorire l’eliminazione delle tossine, scongiurare il rischio di disidratazione in caso di febbre, preservare l’umidità delle mucose di naso e gola:

la quantità ideale: circa 2 litri nell’arco della giornata
– la bevanda migliore resta l’acqua naturale
– ok a tisane con miele di timo, eucalipto, acacia (con effetto antisettico)
– spremute di agrumi (meglio berle appena fatte)
– yogurt da bere

Per approfondire: https://bit.ly/30KZkDL