Il termine plagiocefalia indica la forma della testina leggermente schiacciata o asimmetrica, che caratterizza alcuni neonati nei primi mesi di vita: niente di preoccupante, è un problema dovuto alla plasticità delle ossa del cranio dei piccoli.

Se nel migliore dei casi il problema si risolve da solo, questo non sempre succede, soprattutto se il bimbo tende a ruotare la testa verso un unico lato, oppure in seguito ad un parto prolungato, traumatico o cesareo, o ad un ricovero in terapia intensiva nei primi giorni di vita.

Per aiutare a risolvere il problema, l’Osteopata può suggerire ai genitori alcuni utili accorgimenti come posizionare il neonato sul fianco, farlo stare a pancia in giù quando è sveglio, riposizionare la testina durante il sonno, oltre a mostrare alcuni esercizi specifici da eseguire a casa.

Se la plagiocefalia non rientra spontaneamente entro i primi mesi, le manipolazioni delicate dell’Osteopatia possono risolvere: il consiglio è quello di consultare lo specialista nelle prime settimane di vita del bimbo, perché la plasticità del cranio è massima proprio nei primi 6 mesi.

2019 © CLINICA EZIO COSTA - P.IVA 03865690238 - VIA FRIULI, 5 - 37060 SONA - VERONA - DIRETTORE SANITARIO: Ezio Costa (Albo Medici Chirurghi Verona n. 04826 - Albo Odontoiatri Verona n. 00232)

Questo sito si attiene alle Linee guida sulla pubblicità dell’informazione sanitaria contenute in questo documento: “LINEE GUIDA” DEL DOCUMENTO APPROVATO DALLA FEDERAZIONE NAZIONALE DEGLI ORDINI

Lo stesso documento è visibile sul sito della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri.

Tutto il materiale contenuto in questo sito, incluse fotografie, video, immagini, illustrazioni e testi è protetto da copyright. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, di tutto il materiale originale contenuto in questo sito sono espressamente vietate in assenza di autorizzazione scritta.

Autorizzazione sanitaria rilasciata dal Comune di Sona con provvedimento Prot. n. 35320 del 27.10.2017