Paradontologia

Paradontologia

Branca dell’odontoiatria che cura i tessuti molli (legamento parodontale e gengiva) e duri (cemento e tessuto alveolare) che circondano il dente e garantiscono la salute e la stabilità degli elementi dentari nell’arcata. Scopo dei trattamenti è curare malattie o infezioni del parodonto e della gengiva che comprendono recessione gengivale, piorrea, tasche parodontali e le gengiviti. Considerando la grande diffusione di queste malattie parodontali sia in persone giovani che anziane è molto importante sottoporsi a dei controlli periodici per prevenirle e quando si hanno i primi sintomi o dubbi recarsi dal dentista.

GENGIVECTOMIA Utilizzata per eliminare tasche gengivali o parodontali, è un tipo di intervento che trova applicazione anche per procurare un accesso ai tessuti del parodonto per rimuovere il tartaro all’interno delle tasche gengivali. Viene svolto in anestesia locale con massimo rispetto dei tessuti gengivali e dell’osso.

RIPOSIZIONAMENTO GENGIVALE CON INNESTO DI CONNETTIVO (GENGIVA) Permette di ottenere una zona sufficiente di gengiva aderente nei casi di recessione gengivale pronunciata causata da vari fattori ad esempio tartaro, placca, traumi, traumi da spazzolino.. La gengiva danneggiata si ritira e lascia la radice del dente scoperta che diventa molto sensibile e delicata verso tutti gli stimoli caldo-freddo o dolce-salato. Oltre al disagio della sensibilità alterata, la radice scoperta è anche poco estetica soprattutto se la zona interessata è riguarda i denti frontali. Il trattamento consiste nel prelevare una piccola porzione di gengiva che viene posizionata dove manca. L’intervento restituisce un tessuto sano ed esteticamente molto valido. Il prelievo del connettivo che verrà posizionato a riempimento della zona con la recessione è di origine autologa (dello stesso organismo). Ci sono nulle probabilità di rigetto e seguendo i protocolli postoperatori il paziente ottiene un ottimo risultato.