Proteine vegetali, preziose per la longevità

Fa riflettere uno studio giapponese dello JAMA Internal Medicine, durato circa 20 anni e reso noto in queste settimane: le persone che consumano maggior quantità di proteine vegetali possono vivere più a lungo rispetto a chi introduce quasi esclusivamente quelle animali.

Circa 70 mila i giapponesi presi in esame dalla ricerca: rispetto alle persone che hanno consumato una minima quantità di proteine vegetali, nei partecipanti che ne hanno assunto dosi maggiori si è registrato il 16% di probabilità in meno di morire per cause cardiovascolari.

Dati che confermano e ribadiscono un concetto fondamentale: assumendo alimenti proteici vegetali (tra i più ricchi: noci, soia, lenticchie, spinaci) si verifica un decisivo miglioramento dei fattori di rischio cardiovascolare come lipidi nel sangue, pressione sanguigna e peso corporeo.

Ricordando che questi cibi contengono non solo proteine, ma anche altri nutrienti buoni come grassi sani, vitamine antiossidanti, minerali e sostanze fitochimiche. Al contrario, diete ricche di carni rosse e trasformate sono associate da tempo a una vasta gamma di conseguenze negative sulla salute, quali diabete, malattie cardiovascolari e anche alcuni tumori.

 

Per approfondire: http://www.nutrieprevieni.it/vita-piu-lunga-con-le-proteine-vegetali-ID19156