Preziosi germogli: conosciamo meglio questi scrigni di sostanze benefiche

Usati in Cina dal 3000 AC, i germogli si sono diffusi in Occidente intorno agli anni ’60 grazie ad Ann Wigmore, pioniera nell’uso di cibi “vivi”. I più comuni derivano dai semi di legumi (lenticchie, ceci, fagioli di soia), cereali (grano, riso, orzo), pseudocereali (quinoa, grano saraceno, amaranto), semi oleosi (girasole, sesamo, canapa), crucifere (broccoli, cavolo). Sono un concentrato di …